top of page

Polina Osetinskaya

Local Management, Italy

“Her tone is deep and rich, her articulation faultless and her feeling for the pulse of the music she is playing is as natural as breathing – that’s something that cannot be taught.”

(Review by Martin Anderson)

 

“Polina Osetinskaya is a terrific pianist. More importantly, she is a magnificently endowed musician. Her performances always explore new facets of even the most familiar scores... She is a musical treasure!”

(Review by Lawrence Budmen)

La stagione 2023/2024 vede il debutto di Polina Osetinskaya alla Filarmonica di Berlino, a Londra ed alla Laeiszhalle come solista nei concerti di Bach senza direttore, oltre ai concerti in Germania, Svizzera, Italia, Israele, Cipro, Stati Uniti e Sud e Nord America, tra cui si segnala il ritorno alla Carnegie Hall con un recital in duo con Maxim Vengerov. 

 

Polina Osetinskaya si è esibita al Musikverein di Vienna, al Barbican Centre di Londra, al Teatro Argentina di Roma ed in tutte le più prestigiose sale in Italia, Germania, Polonia, Stati Uniti, Russia e Israele accompagnata in veste di solista con complessi quali MusicAeterna, Mariinsky Orchestra, Evgeny Svetlanov Symphony Orchestra e Tokyo Philharmonic Orchestra, tra gli altri. Questa stagione la vedrà invece impegnata con l'Orchestra Filarmonica di Brno, l'Orchestra Filarmonica Slovacca e l'Orchestra da Camera Nazionale della Moldavia. 

 

Stimata camerista, oltre alla collaborazione stabile con Maxim Vengerov, ha lavorato tra gli altri anche con Teodor Currentzis, Laurent Petitgirard, Vladimir Spivakov, Andrey Boreyko, Dmitry Liss, Yan Pascal Tortelier ed ha pubblicato registrazioni con le etichette Quartz, Naxos, Sony Music, Bel-Aire e Melodiya. 

 

Polina Osetinskaya ha iniziato la sua carriera all'età di cinque anni, subito acclamata come bambina prodigio nell'ex Unione Sovietica. Ha tenuto il suo primo concerto all'età di sei anni ed è entrata nella Scuola Centrale di Musica del Conservatorio di Mosca all'età di sette. Il primo insegnante della Sig.ra Osetinskaya è stato il padre Oleg Osetinsky; ha poi proseguito gli studi al Conservatorio di Leningrado con Marina Wolf e successivamente al Conservatorio di Mosca con Vera Gornostaeva. 

 

Figura pubblica di riferimento in ambito intellettuale e culturale in Russia, nel 2022 ha pubblicato un best seller in cui descrive la complessità di una gioventù vissuta da bambina prodigio ed il controverso rapporto con il padre docente; sempre nel 2022 da cittadina russa si schiera apertamente contro l’invasione ucraina, subendo prima l’interruzione di alcuni suoi concerti da parte della polizia, in seguito la cancellazione in toto di tutte le sue esibizioni previste in Russia. 

bottom of page