BERLINO, Filarmonica
Beethovens Pastoral-Symphonie gab Andreae nach der Pause die Gelegenheit, sich abermals als ein Dirigent in Erinnerung zu bringen, der imstande ist, ein Orchester auch in knapper Probenzeit zu seinen besten Leistungen zu motivieren.
Hellmut Kotschenreuther, "Tagesspiegel"

Svizzero, cresciuto in una nota famiglia di musicisti, Marc Andreae ha studiato a Zurigo, sua città natale, prima di completare la sua formazione con Nadia Boulanger a Parigi e Franco Ferrara a Roma e Siena. 

Nel 1966 vince il concorso di direzione d'orchestra di Rudolf Kempe e Orchestra Tonhalle di Zurigo e nel 1968 il concorso AIDEM di Firenze. Nel 1969 è stato nominato direttore musicale dell'Orchestra Sinfonica della Radio/TV Svizzera Italiana, incarico che ha ricoperto fino al 1991. Dal 1989 al 2017 è stato direttore stabile del ciclo di concerti SINFONIA dell'Orchestra Sinfonica dell'Engadina, progetto in seguito al quale l'Orchestra lo ha nominato direttore onorario. Dal 1990 al 1993 è stato direttore musicale e artistico dell'Orchestra Angelicum di Milano. Nel 1999/2000 è stato direttore in residenza dell'Orchestra Sinfonica di Göttingen, e nel 2001 ha fondato l'Orchestra dell'Insubria.

Andreae è regolarmente invitato come direttore ospite  nei paesi di tutta Europa, Messico e Giappone. Lavora con realtà prestigiose quali la Gewandhaus di Lipsia, i Münchner Philharmoniker, la Philharmonische Staatsorchester Hamburg, i Bamberger e i Wiener Symphoniker, la Camerata Salzburg, l’Orchestre National de France e l’Orchestre Philarmonique de Radio France, la NHK Symphony Orchestra e la Yomiuri Nippon Symphony Orchestra di Tokyo, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano e tutte le principali orchestre svizzere, nonché le orchestre sinfoniche delle radio di Berlino, Amburgo, Colonia e Lipsia. 

Per quanto riguarda il repertorio operistico, Andreae è specializzato nel classicismo e nel romanticismo tedesco, ma serba un particolare interesse anche verso il repertorio del “belcanto” di Rossini e Donizetti. 

Marc Andreae ha partecipato ai Festival di Salisburgo, Vienna, Berlino, Parigi, Lucerna, Zurigo, Ascona, Firenze e Milano. Nel 1996 ha condotto una tournée in Italia con l'Orchestra Sinfonica di Berlino e nel 1998 con la Filarmonica di Halle. Ha inciso oltre cinquanta DVD, CD e LP, ottenendo, tra i tanti riconoscimenti, due Grand Prix du Disque e l'Lp-Techo Distinction a Tokyo. Ha diretto più di cento composizioni in prima esecuzione mondiale di autori del calibro di Bussotti, Feldmann, Globokar, Sciarrino e Vogel.

Come successore di Paul Hindemith, è stato designato nel 1978 membro d'onore della Società Italiana Anton Bruckner. Nel 1999 la fondazione per la cultura della banca UBS, su suggerimento di Ulrich Meyer-Schoellkopf, sovrintendente dei Berliner Philharmoniker, gli ha conferito il premio onorario per meriti straordinari come direttore d'orchestra. Nel 2005 il governo sammarinese gli ha conferito il grado di “ufficiale” dell'ordine cavalleresco di Sant'Agata per la sua lunga e brillante carriera musicale. Nel 2009 è stato nominato professore ospite per la direzione d’orchestra dall’Università Nazionale delle Arti “Geidai” di Tokio. Nel maggio 201, infine, gli è stata affidata la presidenza della Fondazione Hermann Hesse di Montagnola.

Ha eseguito in prima assoluta cento opere di Feldmann, Globokar, J.Hoffman, Bamert, Beck, Glass, Glaus, Hoch, Holliger, Kelterborn, Lehmann, Moser, Moret, F.Müller, Vogel, Bussotti, Lombardi, Sciarrino,  Urbanner, Wimberger...

Marc Andreae ha scoperto e curato la pubblicazione di opere sinfoniche di Schumann, Liszt, Tchaikovsky, Weber, Rossini e Donizettti (CFPeters)  e un'opera di Donizetti.