Opera di Parigi

Boris Godunov – Opera Bastiglia
 

Damian Iorio ha guidato un'esibizione da far rizzare i capelli dall'orchestra e dal coro dell'Opera di Parigi.

Paul du Quenoy, Nuovo criterio, 18/07/2018

Nato a Londra in una illustre famiglia di musicisti italiani e inglesi, Damian Iorio è un direttore dinamico e dotato, e gode di una carriera internazionale. Dopo aver iniziato la sua vita professionale come violinista, dopo gli studi al Royal Northern College of Music e all'Università dell'Indiana, Damian ha continuato a studiare direzione d'orchestra al St Petersburg State Conservatoire mentre prestava servizio come membro della Danish National Radio Symphony Orchestra.

Damian ha lavorato con alcune delle più grandi orchestre e compagnie d'opera del mondo, tra cui la London Philharmonic Orchestra, Glyndebourne Festival Opera, San Francisco Symphony, Opéra National de Paris, St Petersburg Philharmonic, Netherlands Radio Philharmonic, Detroit Symphony, BBC Symphony, Philharmonic e orchestre scozzesi , BBC National Orchestra of Wales, Royal Liverpool Philharmonic, Orchestre National de Belgique e Orchestre de Chambre de Lausanne. I suoi crediti più recenti includono impegni con la Royal Philharmonic Orchestra e la Philharmonia.

Il lavoro operistico di Damian lo ha visto tornare all'Opéra national de Paris per Boris Godunov nell'estate 2018, dove ha anche diretto La sposa barattata di Smetana, e ha debuttato con la Welsh National Opera nel 2019 dirigendo il flauto magico di Mozart. Ha diretto il Macbeth di Verdi al Glyndebourne Festival Opera, la Turandot di Puccini all'Opera di Bonn e diverse produzioni all'Opera Helikon di Mosca.

È direttore musicale della Milton Keynes City Orchestra dal 2014, aiutando l'orchestra a costruire una solida reputazione come parte integrante della vita culturale della città e della regione circostante. Il MKCO mostra costantemente  esibizioni altamente creative e coinvolgenti con solisti di fama internazionale, che si traducono in un pubblico in rapida crescita. Damian è stato in precedenza Direttore Artistico e Direttore Principale dell'Orchestra Filarmonica di Murmansk, dove è stato il catalizzatore del suo successo e della sua crescita sia nell'opera che nei concerti.

Damian è un appassionato sostenitore dell'educazione musicale e del diritto di chiunque ad accedere alla musica. È stato coinvolto in progetti educativi con la Milton Keynes City Orchestra, la BBC Symphony Orchestra e altre orchestre internazionali. Attualmente è anche Direttore Musicale della National Youth String Orchestra of Great Britain.

Campione della nuova musica, Damian ha diretto diverse anteprime mondiali. Ha collaborato a stretto contatto con compositori tra cui Tan Dun, Huw Watkins, Silvia Colasanti e Michael Nyman. Ha diretto la prima russa di L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello di Nyman, che ha ricevuto una nomination per la migliore produzione lirica al Golden Mask Festival.

La registrazione di Damian di Ghedini e Casella per l'etichetta Naxos è stata molto acclamata da The Guardian ("le belle esibizioni dal vivo [sono] scrupolosamente dirette da Damian Iorio") e ha ricevuto il prestigioso riconoscimento "Choc" dalla rivista Le Monde de la Musique. Una recente uscita con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI è stata descritta come "...la cosa migliore che Naxos ha prodotto negli ultimi anni" da Records International online.

Damian ha ricevuto dalla Repubblica di San Marino il Cavaliere dell'Ordine di Sant'Agata come riconoscimento per i suoi servizi alla musica. È anche un appassionato ciclista e ama particolarmente andare in montagna.