Clarissa Bevilacqua è la vincitrice dell’International Mozart Competition Salzburg 2020 (Primo premio, Premio del pubblico e Premio speciale per la migliore interpretazione di un brano di Mozart), unica italiana nella storia della competizione. La diciottenne è stata anche insignita del Grand Prize alla Cape Symphony International Violin Competition 2020.

It is a joy to follow the rapid and impressive evolution of Clarissa’s playing.

Her playing presents a rare and balanced combination, making music with a fresh and spontaneous approach, generously projected by a brilliant and elegant violin technique.

She studies very seriously the content of the music she performs, with deep knowledge of all different styles, which is quite exceptional for musicians of her generation.

No doubt in my mind that she possesses already a great potential for a successful career and that the world of music will welcome her with enthusiasm for many years to come.

Pierre Amoyal

“We were fortunate to attend a concert played on that violin by a prodigy, Clarissa Bevilacqua.... It is an electrifying experience to hear the precision and richness of the sound of the ‘Vesuvius’ coming from the hands of such a young performer. The old and the young intersected in one magic moment.”

The Washington Post

 Apprezzata per il suo stile interpretativo e per la spiccata musicalità, Clarissa ha iniziato lo studio del violino all'età di cinque anni, debuttando a nove come solista al Pritzker Pavilion di Chicago davanti a migliaia di persone. Da allora ha tenuto recital e concerti negli Stati Uniti e in Europa. A 14 anni Clarissa è stata la più giovane violinista scelta per esibirsi regolarmente all'Auditorium Arvedi di Cremona con la preziosa collezione Stradivari del Museo del Violino. È stata nominata Young ArtistTM dalla Si-Yo Music Society Foundation di New York, un gruppo di affermati artisti internazionali che hanno portato un contributo significativo nel mondo della musica.

Clarissa è la più giovane studentessa in Italia ad aver conseguito una laurea triennale in musica: a 16 anni si è laureata con lode e menzione d’onore presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza. Attualmente studia con Pierre Amoyal nel Master Program presso l'Università Mozarteum di Salisburgo. Ha partecipato a masterclass a Cremona Musica con Maxim Vengerov e Ivry Gitlis, all'Accademia Chigiana con Boris Belkin e al Venice Music Master con Pavel Vernikov. Altri mentori includono Daniele Gay e Olga Kaler.

Clarissa suona un violino G. B. Ceruti, Cremona 1815, per gentile concessione della Fondazione Pro Canale di Milano.